Tra Arte e Architettura: Riposo durante la fuga in Egitto di Caravaggio

«Prendo in prestito dei corpi e degli oggetti, li dipingo per ricordare a me stesso la magia dell’equilibrio che regola l’universo tutto. In questa magia l’anima mia risuona dell’Unico Suono che mi riporta a Dio»

-Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio

caravaggio_-_il_riposo_durante_la_fuga_in_egitto-1
“Riposo durante al Fuga in Egitto”, di Caravaggio

Caravaggio dipinse Riposo durante la fuga in Egitto tra il 1595 ed il 1596. I soggetti sono la Sacra Famiglia che si riposa dalla fuga e viene allietata dalla musica di un angelo. Attualmente l’opera è conservata nella Galleria Doria Pamphilj a Roma.  Il dipinto è un cosiddetto “quadro da stanza”, cioè un’opera realizzata per essere posta a ornamento di una dimora privata. L’opera dimostra come Caravaggio, al tempo, fosse legato alla cultura pittorica lombardo-veneta. Il paesaggio sullo sfondo, molto raro nello stile pittorico di Caravaggio insieme al lavoro del Sacrificio di Isacco, ricorda la Tempesta di Giorgione.

caravaggio_-_il_riposo_durante_la_fuga_in_egitto-520x245Il paesaggio è fortemente simbolico, a sinistra accanto all’anziano Giuseppe la natura si mostra come arida e provata dalla siccità, al contrario è più rigogliosa a destra, dove si trova la Vergine. Sotto i piedi della donna più piante alludono ad alcuni aspetti fondamentali della Sacra Famiglia. L’alloro allude alla Verginità di Maria, il cardo e la spina della rosa alla Passione, infine il tasso barbasso ricalca la Resurrezione. Secondo Maurizio Calvesi, storico dell’arte professore emerito nell’Università di Roma, da sinistra a destra si snoda un percorso di salvazione cristiana. Dal sasso, inanimato, all’asino passando poi, all’essere umano rappresentato di Giuseppe e l’angelico del musico, sino al divino con la Vergine e il Bambino.

particolarefugaL’angelo musicista è una delle figure più raffinate e conosciute per mano del Merisi. Forse il soggetto è stato ispirata all’allegoria del Vizio nell’Ercole al Bivio di Annibale Carracci per il Camerino di Odoardo Farnese, oggi al Museo di Capodimonte. L’angelo è il fulcro della raffigurazione, egli divide in due parti la scena: Giuseppe, veglia reggendo la partitura per l’angelo. L’intero dipinto si riferisce al Cantico dei Cantici, secondo un’interpretazione di Maurizio Calvesi. Giuseppe è la povertà e la semplicità dello sposo terreno, la Vergine con i capelli fulvi fa riferimento alla futura Passione di Cristo. La madre abbraccia e protegge il Figlio, sposo celeste. Sempre legate al Cantico le note dello spartito seguono una vera partitura musicale. Si tratta di un mottetto scritto da Noël Bauldewijn. Citando così il Cantico dei Cantici: «Ponimi come un sigillo sopra il tuo cuore» Ct. 8:6.

michelangelocaravaggio01Le informazioni bibliografiche su Caravaggio sono tutte postume, quindi non sempre affidabili. Giulio Mancini, medico che redisse una biografia a distanza didieci anni, parla di una Madonna che va in Egitto commissionata da monsignor Fantino Petrignani. Così nel 1594, abbandonata la Bottega del Cavalier d’Arpino il pittore era presumibilmente attivo nella parrocchia di San Salvatore in Lauro di Roma. Tuttavia Maurizio Calvesi ha suggerito che il lavoro sia stato commissionato da personalità legati agli Oratoriani. Ancora vi sono ipotsi che legano il dipinto al cardinal Pietro Aldobrandini o a Girolamo Vittrici, cognato di Prospero Orsi, amico del Caravaggio. Secondo questa ipotesi dopo la morte di Girolamo la sorella, Caterina Orsi, lo ha venduto a Camillo Pamphilj. Sicuramente a un certo punto, dopo la morte del pittore, il dipinto è diventato di proprietà di Olimpia Aldobrandini, Principessa di Rossano, sposa di Camillo Pamphilj e da allora il dipinto appartiene alla famiglia omonima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...