Storia dell’arte attraverso le Emoji

 

 

2016-09-12-4
“Mondrian”, Cantor Fine Art

La galleria Cantor Fine Art di Los Angeles ha avviato un nuovo progetto artistico, il soggetto principale sono le opere d’arte più famose di tutti i tempi raffigurate in emoji. Il lavoro è stato presentato sul profilo Instagram della galleria unendo tecnologia, cultura e storia dell’arte.

Sui social alcune tra le emoticon più utilizzate attualmente sono già ispirate all’Urlo di Munch e al La grande onda di Kanagawa di Hokusai. La prima Emoji nata dal profilo social dalla Galleria d’arte è stata su Magritte.

2016-09-12-13
“Frida Kahlo”, Cantor Fine Art

Attualmente la galleria si è arricchita di molte altre immagini, dall’orecchio di Van Gogh alla Venere di Botticelli, passando per Frida Kahlo, Warhol, BasquiatHaringPollock Caravaggio.

Si tratta dell’ennesimo connubio tra le nuove tecnologie e la possibilità di esprimere l’arte con nuovi mezzi comunicativi. Insomma, un’iniziativa molto originale per un’altrettanta stravagante forma d’interesse verso la storia dell’arte.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...