Tra Arte e Architettura: la Statua della Libertà

«Non esiste una libertà lenta. La libertà è come una nascita. Finché non siamo pienamente liberi, siamo schiavi. Si nasce tutto in un momento»
-Mahatma Gandhi

Il 17 giugno 1885 approdano a New York 300 pezzi di rame in 214 casse stipate su Isere, una nave francese. La traversata è stata lunga e pericolosa, per una tempesta in mare la nave è quasi stata portata a picco. Si tratta di un regalo dei francesi per gli amici americani, in occasione del centenario dall’Indipendenza americana. L’opera si chiama Liberty Enlightening the World, o nella sua versione francese la Liberté éclairant le monde, cioè la libertà illumina il mondo. Ma passerà alla storia semplicemente con il nome di Statua della libertà. 

Lo scheletro in metallo è a opera di Gustave Eiffel, autore della stessa torre parigina, mentre la scultora è di Frederic Auguste Bartholdi. Il volto della statua è infatti ispirato dalla madre dello stesso artista, Charlotte, ed è stato esposta in occasione dell’Escposizione Internazionale di Parigi nel 1878. La donna rappresenta Libertas, la dea romana della Libertà, la dea della Ragione. Ma i riferimenti storici sono plurimi, come la dea egiziana Isis, l’assiro-babilonese Semiramide.  I piedi della Statua calpestano la catena dell’oppressione. In mano ha le tavole della legge con la data della Dichiarazione di Indipendenza in numeri romani.Mentre la torcia è la luce della libertà, l’attuale è una versione nuova sorta dopo il 1984. Il colore originale era marrone, ma con la salsedine è andata a formarsi il colore verde caratteristico.

Quando la barca arriva alla statua manca il basamento. Costruirlo implica l’esborso di un milione e il New York Times lancia la prima sottoscrizione pubblica per finanziarlo. Alcuni studiosi la definiscono una delle prime forme di crowdfunding. Collocata al centro della baia di Manhattan, su Liberty Island, e all’entrata del porto della città sul fiume Hudson la statua inaugura ufficialmente il 28 ottobre 1886. Durante l’inaugurazione vengono distribuite miniature della statua, fabbricate dalla società francese Gaget, Gauthier & Co. Luce per i naviganti per 16 anni è stata adibita a faro dal 1886 al 1902.  Dopo l’11 settembre l’os­servatorio situato nella corona della Statua della Libertà è stato chiuso, riaprendo poi solo 8 anni dopo. L’opera è fregiata della definizione di bene protetto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità.

La statua della Libertà è stata di proprietà del Governo federale dal 1800 fino al 1944. Attualmente è gestita dal National Park Service. Inizialmente non gradita al poplo americano è poi divenuta fulcro della cultura americana, riprodotta e adattata in moltissimi modi differenti. Simbolo USA tra i più riconosciuti, Andy Warhol la dipinge e  molti film la distruggono, tra cui Independence Day, The Day After Tomorrow e Il pianeta delle scimmie. L’opera pesa 225 tonnellate ed è meta di grande turismo, circa 4 milioni di turisti all’anno. Con i suoi 46,84 metri, 93 metri con il piedistallo, risulta la statua più alta negli Stati Uniti, ventisettesima a livello mondiale.

Sul piedistallo è stato poi posto un omaggio alla libertà di Emma Lazarus, poetessa, che non vedrà mai la sua opera sulla statua perché morirà in Europa per un grave male. L’effige prende il nome di New Colossus:

«Non come il gigante di bronzo di greca fama,
che a cavalcioni da sponda a sponda stende i suoi arti conquistatori:
Qui, dove si infrangono le onde del nostro mare
Si ergerà una donna potente con la torcia in mano,
la cui fiamma è un fulmine imprigionato, e avrà come
nome Madre degli Esuli. Il faro
nella sua mano darà il benvenuto al mondo, i
suoi occhi miti scruteranno quel mare che giace fra due città.
Antiche terre, – ella dirà con labbra mute
– a voi la gran pompa! A me date
i vostri stanchi, i vostri poveri,
le vostre masse infreddolite desiderose di respirare liberi,
i rifiuti miserabili delle vostre spiagge affollate.
Mandatemi loro, i senzatetto, gli scossi dalle tempeste,
e io solleverò la mia fiaccola accanto alla porta dorata».

Per informazioni: Sito Ufficiale della Statua della Libertà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...